Metalli pesanti

Borchie, catene, anelli & C.

stile punk

Le borchie nelle forme più svariate, piccoli pois, coni metallici, catene, dorate o argentate, hanno fatto la loro prima apparizione sui capi di moda negli anni ’70, momento storico in cui la ribellione si esprimeva in ogni forma, dalla musica all’arte, fino ovviamente alla moda. Allora lo stile punk, nato negli Stati Uniti, spopolava soprattutto a Londra.

il trench borchiato

La prima stilista a portare le borchie in passerella, rendendole celebri, è Vivienne Westwood, manager e guida del gruppo punk Sex Pistols. Negli anni ’90 diventano un simbolo della maison Versace, come una caratteristica inconfondibile dello stile di Alexander McQueen. Sono state molto amate da Karl Lagerfeld, che le ha usate a profusione per “svecchiare” il bon ton di Chanel, come da Valentino nella linea di accessori Rockstud. Quest’anno le borchie fanno un’apparizione straordinaria perfino sul classico dei classici: il trench.

piercing mood

Inserite su un capo classico e raffinato, borchie e anelli regalano un’anima rock ad un stile bon ton, mescolando sapientemente ingredienti opposti, e creando un nuovo equilibrio basato sui contrasti. 

dettagli metallici

Tra sobrietà e un velato desiderio di trasgressività, le borchie hanno perso la loro originale inclinazione ribelle, per diventare un dettaglio raffinato e glamour, un punto luce che catalizza l’attenzione, capace di rendere cool anche un classico del guardaroba.