Vi è mai capitato di trovare aghi spezzati o altri residui metallici in un capo nuovo, appena comprato?

 

 

Speriamo di no, perché quelle che sono esperienze poco piacevoli per il cliente, sono un danno di immagine inquiparabile per un brand di lusso.

 

 

Eppure sono proprio i capi tailor made, realizzati con cura sartoriale e che prevedono spesso lavorazioni di tipo manuale, ad essere esposti ad un rischio più alto.
Si tratta tuttavia di un rischio che nessun brand che si rispetti può correre, ne va del suo nome e della sua serietà, che devono sempre essere protetti e tutelati.

 

 

Per questo la procedura di controllo della parti metalliche che accidentalmente potrebbero rimanere all’interno di capi durante il loro confezionamento, è una delle principali procedure di Quality Control a cui ci atteniamo scrupolosamente. 

 

 

Questa procedura solitamente nota come POLITICA DEGLI AGHI e degli SPILLI, o NEEDLE POLICY, è stata ulteriormente implementata sia in Giuntini che in tutti i suoi hub, adattandosi alle normative giapponesi, le più severe in merito al controllo dei residui metallici.

 

 

In ognuno dei nostri laboratori abbiamo approntato apposite macchine a raggi X, che ci permettono di passare in rassegna tutti i capi confezionati, prima che vengano spediti. Il controllo della qualità, è uno dei capisaldi della nostra politica aziendale, di cui siamo più fieri.