Giuntini ha deciso di operare con un sistema di gestione integrato per la Qualità, per la Responsabilità Sociale e per l’Ambiente, secondo gli standard ISO 9001, SA 8000 e ISO 14001, quale strumento internazionalmente riconosciuto e idoneo a migliorare continuamente le prestazioni aziendali, sociali ed ambientali dell’organizzazione.

Il sistema di gestione integrato di Giuntini è stato certificato a Marzo 2017 tramite l’ente Bureau Veritas, il quale ha riconosciuto all’azienda la conformità alle norme sottostanti tramite il rilascio del certificato ufficiale.

Scopriamo che cosa significa.

L’accreditamento è un processo trasparente ed efficiente, i cui effetti positivi ricadono su tutti gli attori del sistema socio-economico.
Per le imprese l’accreditamento consente di porsi con maggiore incisività sul mercato, perché il possesso di una valutazione di conformità accreditata funziona come un plus competitivo, dalla presunzione di conformità alla legislazione in certi settori, al rafforzamento della credibilità della propria offerta nei confronti del mercato business e consumer, all’accesso ai mercati esteri senza dover superare controlli aggiuntivi.  Il conseguimento di una certificazione sotto accreditamento è inoltre l’esito di un processo che coinvolge tutte le funzioni di un’organizzazione, anche in termini di impegno e consapevolezza, cosicché l’intera struttura ne esce effettivamente rafforzata, in termini di impulso alla produttività e di gestione dei rischi interni ed esterni.
Certificazione secondo la norma ISO 14001 rilasciata sotto accreditamento
Ci si aspetta che la certificazione garantisca che l’organizzazione abbia un sistema di gestione ambientale idoneo alla natura delle proprie attività, prodotti e servizi e che sia conforme ai requisiti della norma ISO 14001.
A. ha definito una politica ambientale idonea alla natura, alle dimensioni e agli impatti ambientali delle sue attività e dei suoi prodotti e servizi.
B. ha definito gli aspetti ambientali delle sue attività, dei suoi prodotti e servizi che è in grado di controllare e/o influenzare, e ha identificato quelli che potrebbero avere un impatto ambientale importante (inclusi quelli che riguardano fornitori e contraenti).
C. ha predisposto procedure per individuare leggi ambientali e altri requisiti applicabili per definire come questi vengono applicati ai propri aspetti ambientali e per mantenere aggiornate le relative informazioni.
D. ha attivato controlli efficaci per soddisfare i requisiti legali e altri applicabili.
E. ha definito obiettivi ambientali che siano misurabili, ove praticabile, prendendo in considerazione requisiti di legge e fattori ambientali significativi, e ha predisposto pro-grammi per raggiungere questi obiettivi.
F. garantisce che il personale che opera per l’organizzazione è consapevole dei requisiti del sistema di gestione ambientale e che ha la competenza di effettuare attività che possono avere importanti impatti ambientali.
G. ha attuato procedure per la comunicazione interna, come rispondere alle – e comunicare, se necessario, con le – parti esterne interessate.
H. garantisce che le operazioni associate a impatti ambientali significativi siano effettuate con controlli e monitoraggi specifici, e controlla le caratteristiche chiave delle proprie operazioni che potrebbero avere un importante impatto ambientale.
J. ha stabilito e (ove possibile) testato procedure per affrontare emergenze che potrebbero avere impatto sull’ambiente.
K. valuta periodicamente la conformità con i requisiti legali ed altri.
L. provvede per evitare le non conformità e ha previsto procedure per:
1. trattare eventuali non conformità;
2. analizzare le cause di tale non conformità ed effettuare azioni correttive per evitare eventuali ripetizioni delle stesse.
M. ha attuato procedure efficaci per il riesame da parte della direzione e verifiche ispettive interne.
Certificazione secondo la norma ISO 9001 rilasciata sotto accreditamento
Per ottenere prodotti conformi, il processo di certificazione accreditata deve fornire fiducia che l’organizzazione disponga di un sistema di gestione della qualità conforme ai requisiti applicabili della ISO 9001.
A. ha predisposto un sistema di gestione della qualità adeguato per i suoi prodotti e processi ed appropriato per lo scopo di accreditamento.
B. analizza e comprende le esigenze e le attese dei clienti nonché i requisiti statutari e regolamentari relativi ai propri prodotti.
C. garantisce che le caratteristiche del prodotto siano state definite in modo da soddisfare i requisiti del cliente e i requisiti statutari e regolamentari.
D. ha determinato e sta gestendo i processi necessari per finalizzare i risultati attesi (prodotti conformi e accresciuta soddisfazione cliente).
E. ha garantito la disponibilità delle risorse necessarie per il supporto alle attività e al monitoraggio dei suddetti processi.
F. effettua il monitoraggio e tiene sotto controllo le caratteristiche definite del prodotto.
G. si adopera per prevenire le non conformità e addotta processi di miglioramento predisposti per:
1. risolvere eventuali non conformità che si presentano (incluse quelle di prodotto che vengono individuate dopo la consegna);
2. analizzare le cause delle non conformità ed effettuare azioni correttive per evitare che si ripetano;
3. gestire reclami provenienti dai clienti.
H. ha effettuato una efficace verifica ispettiva interna e un processo di riesame da parte della direzione.
I. sta monitorando, misurando e migliorando in modo continuativo l’efficacia del suo sistema di gestione della qualità.
La Responsabilità Sociale d’Impresa 
(in inglese CSR: corporate social responsibility) indica un modello di comportamento basato sull’integrazione volontaria, da parte delle aziende, delle problematiche sociali ed ecologiche nelle attività commerciali e nei rapporti con tutti i soggetti interessati all’operato delle aziende.
Il tema della CSR sta prendendo piede sempre più marcatamente in tutti i paesi industrialmente evoluti. Sempre più spesso l’attenzione dell’opinione pubblica si concentra sull’integrità delle imprese e sugli atteggiamenti che esse assumono non solo nei confronti degli azionisti, ma della collettività nel suo complesso.
Sviluppare comportamenti socialmente responsabili significa creare le premesse per una concorrenza leale e trasparente, per lo sviluppo di un sistema di protezione sociale moderno ed efficiente, garantendo benessere e sviluppo, nel rispetto dell’ambiente e dei diritti umani.
La tutela dell’ecosistema naturale e il desiderio di migliorare sempre più la qualità della vita hanno fatto crescere la “cultura ecologica” della società, richiedendo sempre più spesso alle imprese nuovi comportamenti sostenibili.
L’azienda che decide di certificarsi SA8000 deve dimostrare di agire rispettando questi punti e deve avere anche a che fare con fornitori che, pur non essendo certificati, sono tenuti comunque a loro volta a rispettare i requisiti della norma. E’ dunque necessario il controllo dell’intera filiera produttiva.