Seleziona una pagina

Virtual

PROTOTYPING

una nuova tecnologia per abbattere tempi e costi

Una tecnologia che permette di progettare capi virtuali e di ridurre drasticamente i tempi della prototipia? Giuntini, che guarda sempre avanti e non si lascia mai sfuggire l’occasione per studiare i nuovi software dedicati alla modellistica, ha deciso di adottarla già da alcuni mesi, ed è stata uno strumento indispensabile per continuare a fare ricerca insieme alle aziende del fashion durante il recente lockdown.

il prototipo virtuale

La moda non si è mai fermata del tutto, nemmeno in periodo di emergenza, grazie al telelavoro, anche in assenza di produzioni attive, il reparto modellistica di Giuntini ha portato avanti il lavoro di ricerca insieme agli stilisti dei brand del fashion luxury, grazie al virtual prototyping. Ovviamente nessun 3D può sostituire un capo reale, quando parliamo di luxury fashion non si può fare a meno di toccare con mano un prodotto, ma questa tecnologia permette di snellire un lavoro decisamente lungo e complesso, simulando alla perfezione tutte quelle modifiche che normalmente richiedono una buona dose di lavoro manuale.

dal 2d al 3d

Il punto di partenza è sempre il cartamodello in 2D, elaborato dal reparto modelli sulla base delle indicazioni inviate dagli stilisti, che viene trasformato in un 3D, ma non si tratta semplicemente di un modello tridimensionale, piuttosto di un vero e proprio capo foto e video realistico indossato da una modella virtuale. Una vera rivoluzione nel settore della modellistica.

Per ottenere un fitting perfetto si crea un avatar con misure che corrispondano alla vestibilità del brand, così da cucirgli letteralmente l’abito addosso.
In questo modo si riesce ad evitare di realizzare il modello su carta e passare subito a quello in tela per un primo test: un notevole risparmio di tempo e di costi, nonché un modo per essere più “green”.

dal 2d al 3d per realizzare il prototipo

Il nuovo reparto modelli è dotato di tutta le tecnologia necessaria per supportare questo tipo di operazioni: il grande monitor verticale che permette di visionare i modelli 3D a grandezza naturale, è un aiuto estremamente prezioso perché si visualizzano immediatamente tutti i particolari nelle loro proporzioni reali.

la campionatura

Quando dal prototipo si passa alla campionatura e si introducono tutte le modifiche richieste fino al campione approvato per la produzione, i tempi si riducono drasticamente e si arriva al campione definitivo in pochi passaggi.

la produzione

La realtà virtuale permette di abbattere tempi e costi anche in fase di produzione, nel caso in cui si debbano apportare modifiche e la necessità di ottimizzare è una priorità assoluta.

Addio prototipi tagliati e ricuciti che fanno avanti e indietro tra corrieri e spedizioni urgenti, adesso anche la moda viaggia in cloud attraverso canali sicuri e protetti…fino all’exploit in passerella…

Adesso rimane solo da capire se le prossime sfilate saranno reali o virtuali…
Lo scopriremo molto presto.